giovedì 26 settembre 2019

“Moto Guzzi Fast endurance”, tutto pronto per il gran finale a Misano

Fmi e la Casa mandellese preparano intanto la seconda edizione per il 2020
Il Trofeo Moto Guzzi Fast endurance si appresta a vivere l’appuntamento conclusivo di una bellissima stagione d’esordio: sarà la pista di Misano, il 13 ottobre, a decretare l’equipaggio vincitore della prima, combattutissima edizione della serie monomarca dedicata alle V7 III.
A testimonianza della bontà del progetto, nato dalla collaborazione tra la Federazione motociclistica italiana e la Moto Guzzi, non vi è soltanto il grande equilibrio tra i partecipanti, con quattro vincitori diversi nelle quattro gare fin qui disputate, ma soprattutto il crescente interesse di una platea sempre più ampia di motociclisti verso un trofeo divertente e accessibile.
Gli ingredienti del successo sono rappresentati da un format tanto semplice quanto innovativo, con equipaggi di due piloti impegnati in gare “mini endurance” di un’ora e da una moto facile e intuitiva, alla portata di tutti, ma capace di impegnare anche i piloti più smaliziati. Il tutto circondati da un’atmosfera di grande amicizia e sana rivalità, in pieno stile “guzzista”.
In vista del gran finale di Misano, il presidente della Federazione motociclistica italiana, Giovanni Copioli, e Davide Zanolini, direttore Marketing e comunicazione del Gruppo Piaggio, si sono incontrati nel paddock del circuito romagnolo per un primo bilancio dell’edizione 2019 e porre le basi per continuare la collaborazione.
Sono davvero orgoglioso dei buoni risultati ottenuti dal Trofeo Moto Guzzi Fast endurance - ha commentato Copioli - Un progetto condiviso con Davide Zanolini, che ho avuto il piacere di incontrare nel week-end della Moto Gp di Misano e che quest’anno ha consentito di realizzare il sogno di riportare il marchio Guzzi in pista, con una competizione che è cresciuta costantemente nell’arco della stagione e che ci ha regalato grande soddisfazione. Dobbiamo proseguire su questa strada e dare seguito all’impegno messo in campo. Mi auguro che con il Gruppo Piaggio potremo lavorare con ancora più impegno per il futuro”.
Davide Zanolini dal canto suo non ha nascosto la propria soddisfazione: “Il Trofeo Moto Guzzi Fast endurance, nato quasi come una scommessa, ha sorpreso tutti quanto a partecipazione e spettacolo. E’ la dimostrazione di quanto sia sempre più vivo l’amore per questo marchio anche tra i giovani. Con Copioli e la Fmi abbiamo creato un format vincente, perché permette a tutti di divertirsi senza dover impegnare grossi capitali e dover essere piloti professionisti e la V7 ha dimostrato di essere la moto ideale per questo trofeo. La nostra intenzione è di non fermarci qui e sulla scia di questo entusiasmo siamo pronti a organizzare, insieme a Fmi, una nuova edizione che vorremmo svelare già a Eicma. Siamo certi che la grande comunità dei guzzisti apprezzerà. Ma prima aspettiamo tutti a Misano il 13 ottobre, perché abbiamo in serbo molte sorprese che renderanno la gara ancor più affascinante”.

Nessun commento:

Posta un commento