giovedì 26 settembre 2019

Lierna in festa per San Michele. Tre giorni di riti, musiche e svago

La chiesa di San Michele a Sornico di Lierna.
di Claudio Bottagisi 
Nel libro Lierna - Un paese tra lago e monti di Aurelio Goretti, edito dal Comune e pubblicato nel 2001, si legge: “Proseguendo verso monte, entriamo in Sornico attraverso il “punt de la Ninì”, celebre arco sopra la mulattiera, quasi fosse la porta d’ingresso di un’antica città. Qui le case appaiono molto più vetuste che nel resto del paese. La via principale è stretta e rivestita da un acciottolato di sassi. Fatti ancora pochi passi, ci si pone dinnanzi la chiesa di San Michele”.

E ancora: “Dai documenti da noi consultati, l’edificio appare molto antico. Viene infatti citato anche in alcune carte del XII secolo come bene immobile di proprietà del convento di San Dionigi in Milano. La struttura attuale mostra evidenti tracce di rifacimenti e di restauri più o meno recenti. La stradina che costeggia la chiesa va verso la Valle di Sornico dove sorge un lavatoio. Quindi si inerpica verso i boschi”.
Il testo ora citato riguarda Sornico, che il prossimo fine settimana sarà in festa per la ricorrenza di San Michele arcangelo, al quale è appunto dedicata la piccola chiesa della frazione liernese.
In questo 2019, tra l’altro, la festa assume un significato particolare considerato che la ricorrenza liturgica di San Michele, celebrata ogni anno il 29 settembre, cade in domenica.
Così la Parrocchia di Sant’Ambrogio, potendo contare nell’occasione sulla collaborazione del Gruppo Alpini di Lierna, della Pro loco, della scuola dell’infanzia e del corpo musicale liernese, propone una “tre giorni” con una serie di appuntamenti religiosi e ricreativi, intrattenimenti musicali e momenti gastronomici.
Si inizierà domani, venerdì 27, alle 14.30 con la visita dei piccoli alunni della scuola dell’infanzia alla chiesa di San Michele. Alle 20.30 messa.
Sabato 28, a partire dalle 18.30, il Gruppo Alpini servirà polenta taragna e salsicce (anche da asporto). Sono altresì previsti castagnata e vin brulé, “Raffaele’s paradel” e altre dolci sorprese. Alle 20 il rosario, seguito dal tradizionale incanto dei canestri e dallo spettacolo pirotecnico, che in caso di maltempo sarà rinviato alle ore 20.30 della sera successiva.
La serata sarà inoltre allietata da canti tradizionali comunitari, accompagnati dalla fisarmonica di Roberto con Beppe & Fabio.
Domenica 29 alle 11.30 la celebrazione della messa solenne (seguita da un aperitivo offerto dalle penne nere) e nel pomeriggio, a partire dalle 15, intrattenimento del corpo musicale liernese ed estrazione dei biglietti vincenti della sottoscrizione a premi. Al termine, dolci della tradizione e brindisi con tutti i presenti.


Nessun commento:

Posta un commento