domenica 22 settembre 2019

Linzanico, fascino e profumi in una notte di festa “illuminata” dal mosaico

Il mosaico realizzato e donato alla comunità di Linzanico da Claudio Gobbi.
(C.Bott.) I profumi e i sapori di una volta, uniti al fascino di un borgo dove per una sera si sono rivissute emozioni e sensazioni da molti magari dimenticate.
Poi il dono alla frazione, e idealmente a ciascun residente, del bel mosaico realizzato da Claudio Gobbi, mosaicista, grafico pubblicitario e docente presso l’Accademia di Belle arti “Santa Giulia” di Brescia, lui stesso (e il dettaglio non è irrilevante) abitante in quella frazione di Abbadia Lariana.
Sono state una serata e una notte di festa, quelle trascorse, per Linzanico, a partire dal gradevole spettacolo allestito nel tardo pomeriggio da due artiste di strada nei pressi del fienile di casa Micheli, davanti a un pubblico costituito in prevalenza da bambini.
Qua e là degustazioni di prodotti tipici, con la polenta una volta di più incontrastata “regina” accanto ai salumi, al pesce di lago, ai formaggi, al buon vino e all’immancabile birra. E poi la musica, altro “ingrediente” imprescindibile in ogni festa che si rispetti. 
Quindi, presente il sindaco Roberto Azzoni, l’inaugurazione del mosaico, realizzato con tessere di marmo e smalti veneziani e collocato sotto il portico dell’ex municipio, accanto al lavatoio simbolo della frazione. Poi ancora spazio ai colori, ai suoni e ai profumi della festa.


Nessun commento:

Posta un commento