venerdì 20 settembre 2019

Trail delle Grigne Sud, sabato 28 settembre che sfida per i runners!

(C.Bott.) Un’affascinante sfida innanzitutto con se stessi e una preziosa opportunità per valorizzare il territorio. Una scommessa vinta fin dal 2017, quando un grande successo si accompagnò alla prima edizione del Trail delle Grigne Sud, quest’anno in calendario per sabato 28 settembre, con partenza e arrivo a Mandello.
Una sfida sui sentieri delle Grigne, in un ambiente naturale capace di proporre vedute incantevoli sul ramo lecchese del Lario. Un percorso faticoso ma di indubbio fascino, che si snoderà sui “sentieri dei camosci” e che in quanto tale anche in questa terza edizione non mancherà di richiamare l’interesse degli appassionati.
Il Trail delle Grigne Sud porterà i runners alla scoperta della maestosità del versante meridionale delle Grigne. Gli atleti potranno scegliere tra il percorso lungo di 41 chilometri (con 3.600 metri di dislivello positivo e tempo massimo di 11 ore) e quello corto di 21, che disegneranno un ideale arco dal centro di Mandello e dalle acque del lago fino ai picchi all’ombra del Sasso Cavallo.
“Un percorso tanto impegnativo quanto suggestivo - spiegano gli organizzatori - da affrontare con le gambe e con la testa per godere dei molteplici scorci sul lago e correre sui sentieri dove abitano i camosci”.
Dopo aver lasciato Mandello e aver raggiunto la frazione di Somana, il percorso si arrampica nel bosco per la prima importante salita fino allo Zucco Sileggio. Da qui, in parte scendendo ma soprattutto ancora salendo, si prosegue fino a raggiungere la cima del Monte Pilastro e la quota massima del percorso (1.795 metri), per poi scendere alla Bocchetta di Prada. Un traverso in costa porta al rifugio Bietti-Buzzi. Da lì una discesa nel bosco di faggi conduce all’Alpe Calivazzo, quindi a Era Bassa dove è situato il primo cancello orario, a 5 ore dalla partenza.
Inizia poi la seconda salita che, progressivamente, porta al rifugio Elisa. Si raggiunge la Gardata, quindi Versarico, dove è fissato il secondo cancello orario a 8,15 ore. Qui inizia la salita verso l’ultima vetta: lo Zucco di Manavello. La discesa finale chiude l’arco fino a Mandello.
Anche il percorso corto, da coprire in un tempo massimo di 7 ore, si snoda quasi interamente su sentieri di montagna, come detto per una più breve distanza: 21 chilometri, per 1.750 metri di dislivello.
Dopo aver lasciato Mandello e aver proseguito verso Somana, il tracciato si separa da quello della gara lunga, girando a destra per salire - passando dal santuario di Santa Maria - all’Alpe di Era bassa. Da lì la salita prosegue fino in Gardata, dove il percorso si ricongiunge a quello della gara lunga. Si traversa per raggiungere la località Versarico, dove è fissato il cancello orario, a 4 ore dalla partenza.
Inizia la seconda salita verso l’ultima vetta: lo Zucco di Manavello. Infine la discesa verso Mandello.
Vi sarà poi un terzo percorso, un tracciato dedicato a ragazzi con disabilità che correranno in coppia con un accompagnatore.
L’idea del TGS Intrepid è nata dalla collaborazione con la Polisportiva Mandello, dove come noto la sezione Arcobaleno lavora da anni con i ragazzi disabili.
Quest’anno il TGS Intrepid seguirà un itinerario di 6 chilometri, con 400 metri di dislivello positivo.
Il giorno della gara il ritrovo e la partenza saranno quest’anno in piazza Garibaldi, dove sarà anche posto il traguardo.
“Resta invariata la sede logistica, che sarà presso il centro sportivo comunale di Pramagno - aggiungono i promotori dell’atteso evento - dove sarà possibile ritirare il pettorale, sottoporsi al controllo del materiale obbligatorio, farsi una doccia calda al termine della gara, lasciare le borse durante la giornata di sabato e farsi massaggiare i muscoli indolenziti”.
Il percorso del Trail delle Grigne Sud è inserito nel circuito “Lombardia Serim”, che comprende cinque gare: il Trofeo Dario & Willy, la Mezza del 4 luglio, appunto il TGS Extreme, la Bellagio Skyrace e la Valetudo Trail Strozza.


Nessun commento:

Posta un commento