martedì 17 settembre 2019

Tutti a scuola! Il dottor Missaglia: “Ecco cosa devono mangiare i nostri ragazzi”

Il medico mandellese ne parlerà questa sera alle 19 a Espansione Tv nella trasmissione “Angoli”
Il dottor Marco Missaglia con Dolores Longhi, conduttrice di "Angoli".
Tutti a scuola! Riprendono le lezioni e la routine per i ragazzi che si ritrovano tra i banchi di scuola dopo le vacanze estive. Importantissimo è ripartire bene, “presi” dal desiderio di imparare ma anche con le batterie cariche. Un valido supporto per gli alunni può venire dall’alimentazione, che deve essere variata il più possibile e ricca di preziosi nutrienti.
Di questo parlerà questa sera a Espansione Tv, sul canale 19 del digitale terrestre, il dottor Marco Missaglia, specialista in Scienza dell’alimentazione e dietologia, nella trasmissione Angoli  condotta da Dolores Longhi, in onda alle ore 19.
“Innanzitutto per un buon rendimento scolastico - premette il medico mandellese - è importante fare sempre la prima colazione con latte e cereali, biscotti senza grassi idrogenati, oppure con fette di pane accompagnate da composte di frutta”.
“Un po’ di miele di castagno risulta ricco di potere energizzante e corroborante -aggiunge - Per chi non ama la colazione dolce va bene anche la colazione salata con toast, accompagnato da una spremuta di agrumi. Bene anche aggiungere qualche frutto, da portare se possibile anche a scuola per una merenda sana, accompagnandolo magari a un vasetto di yogurt”.
Osserva sempre il dottor Missaglia: “Altri alimenti amici della performance potrebbero essere le mandorle, ricche di arginina, ma anche di potassio e magnesio importanti per la memoria e contro  la stanchezza muscolare. Ai pasti principali non dimentichiamo di accompagnare la pasta e il riso con alimenti ricchi di minerali come i legumi e cerchiamo di proporre ai nostri bambini almeno tre o quattro volte a settimana piatti a base di pesce”.
“Inoltre la verdura deve accompagnare ogni pasto - afferma ancora il medico mandellese - Va bene sia cruda, perché ricca in vitamine idrosolubili, sia cotta, l’importante è che riusciamo a introdurre  tra frutta e verdura almeno cinque porzioni giornaliere.  Meglio la frutta e la verdura colorate perché ricche  in antiossidanti: ribes, albicocche ma soprattutto mirtilli, importanti per la chimica della visione e  alleati della nostra memoria. Anche le noci, frutto stagionale, possono darci una mano per la memoria considerata la loro ricchezza in magnesio, ma soprattutto in preziosi acidi grassi polinsaturi come gli omega 3”.

Nessun commento:

Posta un commento