sabato 15 febbraio 2020

Giochi invernali Special Olympics, l’Arcobaleno “indossa” cinque ori e quattro argenti

I portacolori della Polisportiva Mandello in evidenza nello sci nordico e nella corsa con le racchette da neve
(C.Bott.) Sappada, nella zona montuosa della provincia di Udine, ha ospitato dal 3 al 7 febbraio la trentunesima edizione dei Giochi nazionali invernali Special Olympics. Vi hanno partecipato oltre 520 atleti giunti in Friuli da tutta Italia, oltre a quasi 150 tecnici e a ben trecento volontari.
La sezione Arcobaleno della Polisportiva Mandello era presente con sei atleti, quattro dei quali (Marco Lafranconi, Ulderico Bagato, Stefano De Fanti e Marco Casalini) impegnati nello sci nordico e due in gara nella corsa con le racchette da neve (Sara Macinante e Federico Motta). Con loro, gli accompagnatori Franca Lafranconi, Anna Zucchi e Sergio Gatti.
Davvero bellissimi i risultati ottenuti, con un bottino per la compagine mandellese di cinque medaglie d’oro e di quattro d’argento.
“Sono stati cinque giorni bellissimi - è il commento dello staff tecnico della sezione - all’insegna della condivisione ancor prima che dell’agonismo. Noi eravamo ospiti al villaggio “Bella Italia”, dove si svolgevano numerose attività, dal nuoto al basket e al pattinaggio”.
“A dare ulteriore sapore a questa esperienza - aggiungono gli accompagnatori - sono stati poi i momenti di allegria, divertimento e spensieratezza proposti ai partecipanti ai Giochi nella discoteca del villaggio”.
Una volta di più, dunque, la disabilità intellettiva ha lasciato il passo alle capacità di cui gli atleti Special Olympics sanno dar prova ogni qualvolta si tratta di tener fede al loro giuramento: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”.

Nessun commento:

Posta un commento