mercoledì 12 febbraio 2020

Trasporto pubblico locale, proposte e obiettivi per il Lago e la Valsassina

La Provincia di Lecco ha riunito i rappresentanti della Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e riviera e dei comuni di Lierna, Mandello, Abbadia Lariana e Lecco per un confronto congiunto con l’Agenzia per il trasporto pubblico locale del bacino di Como, Lecco e Varese sul programma in corso e su quello di prossima attuazione, oltre che per pianificare lo sviluppo nei prossimi anni.
La riunione - voluta come detto dalla Provincia, che crede nello sviluppo di un trasporto pubblico sempre più moderno, ecologico e utile per i cittadini - è stata introdotta da Agnese Massaro, consigliere delegato: “Ho voluto sentire dalla viva voce dei sindaci le reali e concrete esigenze che i territori chiedono alla Provincia e all’Agenzia del trasporto pubblico locale. Ritengo fondamentale una cooperazione schietta e costruttiva tra le amministrazioni locali, per dare i giusti servizi ai cittadini”.
La riunione ha visto una presenza rilevante di sindaci, che hanno potuto evidenziare le necessità e le richieste di aggiornamento del servizio, trasferendole direttamente all’Agenzia, rappresentata dal presidente Angelo Colzani e dal direttore, Daniele Colombo.
La principale richiesta emersa, ritenuta prioritaria rispetto ad altre esigenze, è quella di assicurare anche nel periodo estivo e nei giorni festivi un livello di servizio del trasporto pubblico locale adeguato a un territorio che ha una spiccata vocazione turistica e che si può sviluppare ulteriormente, anche con un moderno ed efficiente sistema di trasporto pubblico, integrato con la linea ferroviaria e con le nuove piste ciclabili in fase di implementazione nell’area del Lago e in Valsassina.
Il presidente Colzani ha confermato l’impegno dell’Agenzia a implementare le corse nel periodo estivo, in particolare per l’area della Valsassina servita dalla linea D 35, attivandosi da subito per assicurare un’adeguata coincidenza e un interscambio con la linea ferroviaria e il trasporto pubblico locale su gomma anche nel periodo estivo, implementando l’offerta di mobilità collettiva.
Un’ulteriore e importante novità è la conferma da parte dell’Agenzia di aver ricompreso la funivia Moggio-Piani di Artavaggio all’interno del sistema del trasporto pubblico locale. La conferma è stata accolta con particolare soddisfazione dai comuni interessati anche in relazione a un futuro miglioramento complessivo dell’offerta di mobilità integrata (funivia - autobus - treno) di sicuro interesse per turisti e appassionati della montagna.
Per l’Agenzia erano presenti anche due rappresentanti del consiglio di amministrazione - Marisa Fondra e Franco De Poi - che hanno confermato l’impegno a rendere il servizio sempre più coerente con le reali esigenze di mobilità dei cittadini e assicurato che si sta lavorando per garantire un collegamento adeguato con i mezzi pubblici al distretto sanitario di Introbio e che si stanno studiando soluzioni innovative per portare le biciclette sugli autobus di linea, utilizzando appositi dispositivi, così da favorire il turismo e la fruizione delle piste ciclabili, tutto l'anno e in particolare in estate, favorendo così anche lo sviluppo economico e turistico dell’area.
Il presidente della Provincia di Lecco, Claudio Usuelli, e Agnese Massaro commentano: “Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’esito dell’incontro, che ha fatto emergere le necessità e la comune volontà di dare risposte concrete ai cittadini e ai sindaci, già dai prossimi mesi, con una sempre più efficace e ottimale implementazione del servizio di trasporto pubblico locale per la Valsassina con la linea D35. Lo sviluppo di un territorio dipende anche dai collegamenti e dalla mobilità, perciò la Provincia di Lecco continuerà a portare questi temi con determinazione sul tavolo dell’Agenzia. Ringraziamo il presidente Colzani, il direttore Colombo e i membri del Cda Fondra e De Poi per il costante supporto assicurato in questi mesi di lavoro comune per il bene dei nostri territori, che meritano grande attenzione, così da favorire uno sviluppo organico e sostenibile, partendo dalla mobilità e dal trasporto pubblico”.

Nessun commento:

Posta un commento