mercoledì 26 febbraio 2020

Pista ciclopedonale Lecco-Abbadia, azione di confronto tra Provincia e Anas

Sono attualmente in corso gli interventi di finitura, con la sistemazione delle fioriere e la posa a dimora di essenze arboree nel tratto già realizzato
Un recente sopralluogo al cantiere della pista ciclabile Lecco-Abbadia Lariana.

L’azione di confronto tra Provincia di Lecco e Anas si sta consolidando. In questi giorni si è avuta la conferma di significative attività destinate a risolvere talune criticità evidenziate e portate all’attenzione dell’ente di Villa Locatelli dai sindaci interessati.
Per quanto concerne la pista ciclopedonale tra Lecco e Abbadia Lariana sono attualmente in corso gli interventi di finitura, con la sistemazione delle fioriere e la posa a dimora di essenze arboree nel tratto già realizzato.
In particolare si conferma quanto concordato con l’Anas circa lo sviluppo di tali interventi manutentivi, che vengono condotti facendo attenzione a garantire, in sicurezza, la fruizione della pista ciclopedonale.
Si rileva la volontà dell’Anas di dare attuazione al completamento della passerella nella sua interezza, fino ad Abbadia Lariana. Infatti sono state effettuate una parte delle indagini e una serie di verifiche sui suoli, propedeutiche alla progettazione della nuova opera, ed è stata avviata la procedura per l’affidamento delle indagini geognostiche, con perforazione del terreno per procedere all’analisi dello stesso.
Queste attività saranno fornite al progettista, che potrà a quel punto sviluppare la progettazione della nuova pista, unitamente agli interventi di protezione delle strutture esistenti. Le risorse per la realizzazione dell’opera sono peraltro ancora da reperire.
Il presidente della Provincia, Claudio Usuelli, e il consigliere delegato Mattia Micheli dichiarano: “La Provincia di Lecco rafforza il suo ruolo di riferimento per i Comuni nei confronti dell’Anas. Vogliamo continuare a svolgere quell’azione di stimolo e impulso che sta portando al concretizzarsi dell’intervento al ponte di Annone per quanto concerne il collegamento ciclabile, nonché a definire una programmazione, prioritaria anche in relazione ai finanziamenti, che consenta di completare la pista ciclopedonale fino ad Abbadia”.
“Siamo inoltre determinati - aggiungono - nel sottoporre all’Anas altri temi che ci vengono proposti dai sindaci, in particolare la necessità di implementare la sicurezza della strada statale 36 attraverso opere fondamentali quali il miglioramento dell’illuminazione, il rifacimento della segnaletica e nuove pavimentazioni. Questa attenzione per la Statale 36 sarà oggetto di costante monitoraggio e confronto con l’Anas, che ha assicurato alla Provincia ampia disponibilità a fornire risposte concrete alle esigenze di volta in volta evidenziate”.

Nessun commento:

Posta un commento