lunedì 8 giugno 2020

Il Gruppo volontari assistenza agli anziani: “Ciao e grazie, “Ginetta”. Un abbraccio da tutti noi”

Fu segretaria dell’associazione mandellese. “Ricorderemo con gratitudine anche i lavori di ricamo e le pitture che lei predisponeva per il nostro banco vendita alla mostra delle associazioni dell’8 dicembre”
Virginia "Ginetta" Vegetti.
A salutare “Ginetta” Vegetti, lo scorso giovedì 4 giugno al cimitero di Mandello, vi era anche una rappresentanza del Gruppo volontari assistenza agli anziani. Un omaggio dovuto e particolarmente sentito a una tra le fondatrici dell’associazione, costituita nel 1984 davanti al notaio Berera.
Dopo avere operato informalmente fin dagli anni Settanta, i volontari avevano deciso di far assumere al Gruppo veste legale, secondo quelle che erano le nuove disposizioni di legge.
“Ecco che tra gli obblighi imposti - spiegano responsabili e volontari dell’associazione mandellese - vi era la verbalizzazione degli incontri mensili dei soci e “Ginetta” fu subito nominata segretaria perché ritenuta la più idonea per quel compito che richiedeva sintesi e precisione, doti caratteristiche della nostra socia”.
“Di lei non conserviamo foto - aggiungono - ma i manoscritti nel libro dei verbali delle assemblee testimoniano le sue doti non comuni, molto apprezzate all’interno del Gruppo. Per motivi familiari aveva poi lasciato il posto a Carlo, ma la sua presenza nell’associazione era soltanto mutata. Non partecipava alle riunioni, ma si manteneva al corrente, dando consigli e presenziando agli eventi più significativi”.
“Tutti noi ricordiamo con gratitudine - sottolineano i volontari del Gruppo - i lavori di ricamo e le pitture che predisponeva per il nostro banco vendita alla mostra delle associazioni dell’8 dicembre, anche lo scorso anno realizzati con gusto e precisione. Noi volontari non le abbiamo fatto mancare il nostro vivo interessamento anche negli ultimi mesi, con visite e telefonate. Sulla sua tomba c’è un vaso di fiori rosa a ricordo della nostra ultima visita in casa sua e sicuramente non mancheremo di suffragarla appena sarà possibile, insieme a tutti i volontari che negli anni ci hanno lasciato e che siamo convinti intercederanno, da lassù, perché tutti i soci facciano del loro meglio per raggiungere gli scopi delineati nello statuto, che anche lei ha contribuito a scrivere. Ciao e grazie, “Ginetta”. Un abbraccio da  tutti noi”.

Nessun commento:

Posta un commento