giovedì 25 giugno 2020

Mandello, il motoraduno non ci sarà. “Carissimi guzzisti, ci vedremo nel 2021”

Il Comitato: “Quest’anno la sicurezza di tutti è al primo posto. Concentreremo perciò i nostri sforzi sul centenario della Casa dell’Aquila”
Una sorta di lettera aperta indirizzata ai fedelissimi della Casa dell’Aquila e in generale a tutti gli appassionasti delle “due ruote” per ufficializzare l’annullamento dell’edizione 2020 del motoraduno internazionale che avrebbe dovuto tenersi l’11, 12 e 13 settembre a Mandello.
A scriverla è il Comitato motoraduno internazionale (a presiederlo è il sindaco, Riccardo Fasoli). Vi si legge: “Carissimi guzzisti, abbiamo atteso fino all’ultimo prima di prendere la decisione definitiva sul motoraduno internazionale “Città della Moto Guzzi 2020”, sperando che l’evoluzione della situazione generata dalla pandemia di Covid-19 potesse garantire la possibilità di effettuare il nostro raduno in piena tranquillità e sicurezza. Purtroppo ad oggi non è possibile poter garantire questi due ingredienti essenziali. E’ quindi con grande rammarico che siamo costretti a rinviare la consueta festa di tutti gli appassionati della Guzzi al prossimo anno, che coinciderà con il 100° compleanno della nostra amata Moto Guzzi e che quindi sarà occasione di vivere qualcosa di unico e speciale, verso il quale concentreremo tutti i nostri sforzi, in collaborazione con la Moto Guzzi, magari anche con un’anticipazione entro fine anno”.
“Quest’anno - così si conclude il messaggio - la sicurezza di tutti è al primo posto: la festa è soltanto rinviata. Ci ritroveremo il prossimo anno, a Mandello Lario, e sarà come sempre un’esplosione di passione infinita”.

Nessun commento:

Posta un commento