martedì 10 settembre 2019

Mondiali OCR, i mandellesi Nicola Airò e Andrea Riva in ottobre a Londra

Con loro volerà nella capitale inglese anche Cristian Raduazzo, vicepresidente dell’Aspis Asd
(C.Bott.) E’ un ottobre decisamente… caldo quello che attende i mandellesi Nicola Airò e Andrea Riva. I due infatti voleranno a Londra per partecipare ai Mondiali OCR, disciplina sportiva che prevede la disputa di una gara di corsa campestre con ostacoli naturali e artificiali quali reti e scale a pioli sospese, muri, travi di equilibrio e fossati fangosi. Come dire, un mix tra un enorme parco giochi per adulti e un percorso militare di guerra.
Con Airò e Riva, entrambi istruttori certificati del metodo spartan SGX e fondatori dell’Aspis Asd, sarà nella capitale inglese anche Cristian Raduazzo, vicepresidente dell’associazione, residente a Veduggio con Colzano.
Grandi amici da tempo, Nicola, Cristian e Andrea condividono questa passione da oltre due anni e insieme hanno preso parte a numerose gare tra cui la Spartan Race a Misano Adriatico, Malpensa, Alleghe e Maggiora (in provincia di Novara), l’Inferno Run a Prato Nevoso (Cuneo), Milano e Firenze, la Energy Run e la Original Gram.
Dopo essersi qualificati per i Mondiali del 12 ottobre in virtù degli ottimi risultati ottenuti appunto nelle varie gare disputate, a Londra affronteranno il mese prossimo la sfida più dura, sulla distanza dei 15 chilometri e con 100 ostacoli da superare.
Ognuno di loro gareggerà singolarmente e ciascuno dovrà dare il meglio di sé per superare i propri limiti e arrivare in fondo.
Non a caso Airò, Riva e Raduazzo si stanno allenando con particolare impegno e al tempo stesso stanno lavorando all’organizzazione della prima gara in programma domenica 15 settembre presso l’Olympus Hills Arena in località Saioli sopra Mandello, campo di allenamento voluto, ideato e realizzato dalla loro associazione.
La sfida in questione è la “Hells hills race”, gara inclusa nel circuito nazionale Endas “K1 OCR Challenge” (quella di domenica prossima sarà la quinta “tappa”), che prevede la partecipazione di concorrenti provenienti anche da fuori regione.
La prova si disputerà sulla distanza di un chilometro, con circa 25 ostacoli, appunto sulle ripide salite dei Saioli.
I partecipanti si contenderanno il titolo di campione italiano di questo nuovo format.
Ad avvicinare Airò, Riva e Raduazzo a questo sport è stato, essenzialmente, il desiderio di divertirsi. Non a caso Nicola e Cristian erano partiti con l’intento di arrivare alla finish line di Malpensa giusto per mettersi in gioco. Andrea, dal canto suo, non avrebbe neppure voluto parteciparvi.
“Gli sembrava assurdo - spiega Airò - spendere soldi semplicemente per infangarsi e saltare ostacoli. Poi tutti e tre ci siamo convinti e insieme a qualche altro socio abbiamo deciso di allestire una serie di ostacoli, su un terreno a mia disposizione, per gli allenamenti privati, considerato che le gare si facevano sempre più impegnative”.
La passione per la disciplina OCR e la volontà di diffonderla anche a livello locale hanno fatto il resto.
La partenza di Nicola Airò, Andrea Riva e Cristian Raduazzo è prevista per il 10 ottobre, con rientro il giorno 14.

Nessun commento:

Posta un commento