lunedì 30 marzo 2020

Il sindaco di Bellano ricorda don Cesare: “Uno strazio non potergli tributare i giusti onori”

Antonio Rusconi: “La comunità è sgomenta. Ha guidato la parrocchia con rigore ma anche con esuberanza”
Don Cesare lo scorso settembre con il sindaco, Antonio Rusconi.
(C.Bott.) Una bella foto lo ritrae con il sindaco, Antonio Rusconi, lo scorso mese di settembre in occasione della consegna al sacerdote delle chiavi del paese. E ora il primo cittadino ricorda con parole commosse l’ex parroco di Bellano.
“Ero un educatore dell’oratorio - dice - quando nel 1996 don Cesare giunse a Bellano e tanti ricordi personali mi stanno riempiendo oggi la mente”.
“Per ben 24 anni - aggiunge - è stato il pastore che ha guidato la nostra comunità, con rigore ma anche con esuberanza, con l’attenzione alla parola di Dio ma anche alla conservazione e all’ammodernamento del patrimonio della parrocchia”.
“Nel settembre scorso - afferma sempre il primo cittadino bellanese - ringraziandolo per tutto ciò che aveva fatto, come amministrazione comunale gli avevamo donato le chiavi del paese. E ora è uno strazio non potergli tributare i giusti onori. La comunità è sgomenta. Grazie, don, per tutto quello che hai fatto per Bellano”.


Nessun commento:

Posta un commento