domenica 22 marzo 2020

Il sindaco di Mandello: “Per ripartire sarà indispensabile poter contare sui volontari”

Nel frattempo i casi di persone contagiate sul territorio comunale dal coronavirus sono saliti a tredici
Sono le nuove disposizioni regionali, aspettando di conoscere nel dettaglio quelle nazionali, al centro dell’odierno bollettino del sindaco di Mandello.
Riccardo Fasoli cita, tra le principali norme in vigore, il divieto di assembramento di più di due persone nei luoghi pubblici (con sanzioni, in caso di non rispetto, fino a 5mila euro), la sospensione dell’attività degli uffici pubblici e dei soggetti privati che svolgono attività amministrative (fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità), la sospensione delle attività artigianali non legate alle emergenze o alle filiere essenziali, la sospensione di tutti i mercati settimanali e delle attività inerenti i servizi alla persona, la chiusura delle attività degli studi professionali (salvo quelle relative ai servizi indifferibili e urgenti o sottoposti a termini di scadenza) e la
chiusura di tutte le strutture ricettive a esclusione di quelle legate alla gestione dell’emergenza.
In quest’ultimo caso gli ospiti già presenti dovranno lasciare le strutture entro le 72 ore successive all’entrata in vigore dell’ordinanza.
Sono inoltre previsti il fermo delle attività nei cantieri edili, esclusi quelli per le ristrutturazioni sanitarie, ospedaliere e emergenziali, oltre a quelli stradali, autostradali e ferroviari, e la chiusura dei distributori automatici cosiddetti “24 ore” che distribuiscono bevande e alimenti confezionati.
In vigore pure il divieto di praticare sport e attività motorie all’aperto, anche singolarmente.
E ancora: sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, numero 65, e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché le attività scolastiche e di formazione superiore. E’ consentita in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.
Non è consentito lo spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza. E’ vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici.
Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione e rimane consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento sia di trasporto.
Sono altresì sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari.
Restano aperte le edicole, le farmacie e le parafarmacie, ma deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza di un metro.
Nel frattempo i casi di persone contagiate a Mandello dal coronavirus sono saliti a tredici.
Per quanto riguarda le consegne a domicilio, la Conad e il negozio di frutta e verdura di Andrea Beloli non le effettuano più.
Infine, ma non meno importante, il capitolo volontari. “Ringrazio tutte le persone che si sono rese disponibili per dare una mano - specifica il sindaco - Al momento cerchiamo di ridurre il più possibile il personale utilizzato anche a livello volontaristico per evitare di mettere in pericolo i volontari stessi. Ci sarà tanto bisogno di volontariato per ripartire dopo questa emergenza sanitaria”.

2 commenti:

  1. Il Sindaco farebbe bene a specificare meglio l'ordinanza regionale, l'allegato 1 dice che possono restare aperti anche altre attività commerciali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sindaco richiama l'ordinanza e relativi allegati

      Elimina