domenica 22 marzo 2020

La stretta del Governo ferma anche le aziende mandellesi. Unica eccezione la “Gilardoni”?

La ditta, attiva dal 1947, produce e distribuisce apparecchi a raggi X e ultrasuoni per i settori sicurezza, medicale e industriale
(C.Bott.) Chiusura di tutte le attività produttive non essenziali almeno fino al 3 aprile. L’annuncio dato nella tarda serata di ieri dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in diretta Facebook e in Tv per fronteggiare con misure ancora più restrittive la drammatica crescita dei contagi da coronavirus ferma naturalmente anche tutte le aziende mandellesi.
Potrebbero fare eccezione soltanto alcune attività della “Gilardoni Spa”, azienda leader nella produzione e distribuzione di apparecchi a raggi X e ultrasuoni per i settori sicurezza, medicale e industriale.
Costituita nel 1947 dall’ingegner Arturo Gilardoni, l’azienda lariana nel campo specifico della strumentazione biomedica svolge attività, tra le altre, di radiodiagnostica generale, radiologia digitale, angiografia, neuroradiologia e unità mobili per chirurgia. I suoi laboratori di ricerca sono riconosciuti altamente qualificati.
Va detto che alcune aziende quali la Cemb, la Icma e la “Antonio Carcano” avevano già fermato la produzione per decisione dei vertici delle rispettive imprese per tutelare i dipendenti.

Nessun commento:

Posta un commento