martedì 3 settembre 2019

Mandello sui pedali tra Marathon bike, “Edelweiss 2019” e “Otztaler Radmarathon”

Nel 2001 Roberto De Marcellis partecipò a quella competizione in terra austriaca e si impose con bella autorità nella categoria Over 60
Giorgio Acquati, Antonio Gaddi e Christian Cannas, i portacolori del Bike Team Mandello in gara alla "Otztaler Radmarathon".
(C.Bott.) Strada e mountain bike. Ce n'è per tutti in casa Bike Team Mandello.
Sono stati quasi 1.200 i biker al via domenica 1° settembre a Casatenovo alla 28.ma edizione della Marathon bike della Brianza” di Mtb, gara valida per i circuiti Trek e Coppa Lombardia.
Tre i tracciati in programma. Sul "percorso Marathon" di 69 chilometri hanno concluso la loro prova anche tre atleti del Bike Team. Il migliore è stato Elio Crippa (4 ore 15’23”), che ha concluso 178° assoluto e 27° tra i Master 3 (40/44). Subito dietro (186°) Alessandro Galbusera (4 ore 18’26”) 21° Master 5 (50/54). Infine, 307° assoluto Salvatore Dessì (per lui 4 ore 57’32”) 36° Master 6+ (over 55).
Sul “percorso Avventura” di 49 chilometri ha gareggiato, con la sua e-bike (bici assistita) Moreno Barindelli - 2 ore 19’45” il suo tempo - sesto assoluto. Per tutti, in ogni caso, una bellissima esperienza.
Moreno Barindelli alla "Marathon bìke della Brianza".
Sabato 31 agosto Gabriele Manzotti ha invece partecipato alla “Edelweiss 2019”, randonnée ciclistica su strada di 460 chilometri, con partenza e arrivo a Faedo (Trento) attraverso la splendida ciclabile Via Claudia Augusta, piana fino a Bolzano per poi salire dolcemente fino al Passo del Brennero.
Dal grande valico si scende veloci, su una strada statale poco trafficata, fino a Innsbruck. Da lì si torna a salire verso Resia. Puntatina all’imperdibile Lago di Caldaro, poi lungo la “strada del vino” fino a Salorno.
E non è ancora tutto. 238 chilometri di tracciato, con 5.500 metri di dislivello e quattro salite fantastiche sono le caratteristiche tecniche della “Otztaler Radmarathon”, competizione ciclistica su strada che attraversa ben quattro passi alpini, passando dal Tirolo all’Alto Adige e ritorno.
Presenti anche tre ciclisti del Bike Team Mandello, che sono riusciti a concludere questa fantastica esperienza.
Partenza da Solden, attraversamento della vallata Oetztal proseguendo sul Passo Kuhtai e discesa a Innsbruck. Poi verso il Brennero (1.377 metri) e l’Alto Adige passando dai valichi del Giovo (2.090 metri) e del Rombo (2.509 metri), con arrivo a Solden.
I protagonisti? Eccoli: Antonio Gaddi (10 ore 17’20”), Christian Cannas (10 ore 57’30”) e Giorgio Acquati (11 ore 34’25”).
Parlare della “Otztaler Radmarathon” vuol dire tra l’altro ricordare la bellissima impresa datata 2001 compiuta dal mandellese Roberto De Marcellis, che appunto nell’estate di diciotto anni fa, lui già ultrasessantenne, partecipò a quella stessa competizione ottenendo il primo posto nella categoria Supergentleman.
De Marcellis, classe 1940, a sua volta portacolori del Bike Team Mandello, fu in quell’occasione il terzo classificato dei lecchesi in gara e il suo successo tra gli Over 60 gli valse una prestigiosa scultura in cristallo.

Nessun commento:

Posta un commento