giovedì 5 settembre 2019

Motoraduno, già a Mandello i primi centauri (e le prime tende)

In funzione per tre giorni vari punti di ristoro. Cornamuse e percussioni dagli alpini, “drum circle” alla Cooperativa Incontro
Motociclisti dalla Svizzera, dall'Austria e dalla Polonia oggi ai giardini pubblici.
(C.Bott.) Mandello si prepara ad accogliere i centauri che da domani daranno vita al motoraduno internazionale.
Free camping, food, music e beer gli “ingredienti” di una festa iniziata di fatto già oggi con i primi arrivi e le prime tende montate in particolare nella zona dei giardini pubblici e del Lido comunale.
Tre giorni di festa per un’unica passione, con la Guzzi incontrastata “regina” e con interessanti mostre e iniziative varie a dare ulteriore interesse all’evento motoristico.
In primo piano, e non poteva essere diversamente, naturalmente il cibo, con vari punti ristoro a iniziare da quello gestito dal Gruppo amici di Luzzeno in piazza Mercato, in zona a lago.
Cucina in funzione anche alla stazione ferroviaria con il Gruppo alpini, operativo fin da domani presso la propria sede dove sabato, indicativamente tra le 17.30 e le 19, sarà presente il gruppo di cornamuse e percussioni scozzesi “Orobian Pipe band”, band bergamasca che si esibirà anche in piazza Leonardo da Vinci e nell’area della Moto Guzzi, oltre naturalmente che presso la sede dell’Ana.
L’Associazione GAH Abilmente Onlus, in collaborazione con la Cooperativa sociale Incontro, organizzerà invece il punto di ristoro presso la sede della Cooperativa stessa, in via XXIV Maggio, con posti al coperto e una tensostruttura allestita nel giardino interno.
Sabato pomeriggio alle 16, poi, drum circle aperto al pubblico (e ingresso libero) con la presenza della “Voce dei tamburi”.

Nessun commento:

Posta un commento