giovedì 14 novembre 2019

Gli alpini ricordano i caduti e onorano don Carlo Gnocchi domenica 17 a Lezzeno

La cerimonia avrà inizio alle ore 10. Alle 11 celebrazione della messa al Santuario sopra Bellano
Da sinistra il presidente dell'Ana di Lecco, Marco Magni, e Sebastiano Favero, presidente nazionale dell'Ana.
Il presidente nazionale dell’Associazione nazionale alpini, Sebastiano Favero, farà visita domenica 17 novembre alla Sezione Ana di Lecco in occasione della festa del ricordo dei caduti e della memoria del beato don Carlo Gnocchi.
L’appuntamento coinvolgerà tutta la sezione lecchese delle penne nere e, come da tradizione, si terrà al Santuario della Beata Vergine di Lezzeno, sopra Bellano.
Quest’anno, come detto, al tradizionale ricordo dei caduti si aggiunge la memoria del beato don Gnocchi, del quale nel 2019 ricorre il decennale della beatificazione. Da qualche mese, poi, proprio a Lezzeno è custodita - sempre esposta alla venerazione dei fedeli - una reliquia del presbitero, educatore e scrittore, che fu cappellano militare degli alpini negli anni della seconda guerra mondiale.
“Si tratta di una cerimonia di grande importanza - spiega il presidente sezionale, Marco Magni - perché, dopo le celebrazioni del 4 Novembre durante le quali ogni singolo gruppo ricorda i caduti nel proprio comune, l’intera sezione si riunisce per fare memoria di chi ha dato la vita per la patria”.
“L’appuntamento di domenica prossima - aggiunge - non è peraltro una “replica” del 4 Novembre ma l’occasione in cui appunto tutta la sezione rende onore ai caduti. Quest’anno, poi, sono oltremodo felice per la presenza del presidente nazionale. La sua partecipazione a questa giornata è motivo di orgoglio e soddisfazione per tutti noi. La nostra sezione ha collaborato con impegno, insieme con il presidente, in occasione dell’emergenza terremoto nel Centro Italia e averlo con noi per questa celebrazione è motivo di gioia. Alla cerimonia, inoltre, interverrà anche don Enzo Barbante, presidente della Fondazione don Carlo Gnocchi”.
Don Carlo Gnocchi, beatificato dieci anni fa.
La cerimonia ufficiale inizierà alle 10 con gli onori al vessillo sezionale e sarà accompagnata dal corpo bandistico “San Dionigi” di Premana, mentre alle 11 verrà celebrata la messa nel santuario, accompagnata dal Coro Stelutis. Seguiranno un momento conviviale e il rancio alpino nella Sala del pellegrino, a cura del Gruppo Ana di Bellano.
La partecipazione alla cerimonia di domenica è aperta a tutti. Per ragioni logistiche e organizzative il parcheggio sottostante il Santuario sarà chiuso e per ovviare a questo disagio è previsto un servizio di trasporto persone, effettuato con mezzi del Nucleo di protezione civile della sezione Ana di Lecco, con partenza dal parcheggio della stazione ferroviaria di Bellano, a partire dalle ore 8.

Nessun commento:

Posta un commento