venerdì 15 novembre 2019

Mandello, “Note in rosa”. Musica e voci contro la violenza sulle donne

Sabato 23 novembre al “De André” l’appuntamento dell’assessorato alle Pari opportunità con Giordana Bonacina, Tiziana Radice, Linda Spandri, Roberta Albanese e Jessica Balbi. Con loro anche Matteo Valtorta
(C.Bott.) Lunedì 25 novembre sarà la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni unite. In occasione di questa ricorrenza i governi, le organizzazioni internazionali e le Ong sono state invitate a promuovere attività finalizzate a sensibilizzare su questo tema l’opinione pubblica.
In Italia questa Giornata viene celebrata soltanto dal 2005, ma in seguito si sono fortunatamente moltiplicate le iniziative politiche e culturali organizzate da enti e istituzioni, a partire da Amnesty International.
Per dire no alla violenza di genere in ogni sua forma da alcuni anni a questa parte Mandello si mobilita, per iniziativa dell’assessorato alle Pari opportunità, proponendo al cineteatro comunale “Fabrizio De André” una serata musicale di solidarietà significativamente denominata “Note in rosa”.
L’appuntamento si rinnoverà anche quest’anno in data 23 novembre (inizio alle ore 21, ingresso libero). E anche quest’anno a salire sul palco saranno Giordana Bonacina, Tiziana “Titti” Radice, Linda Spandri, Roberta Albanese e Jessica Balbi. Con loro anche un interprete maschile, Matteo Valtorta, a sua volta da anni al fianco delle protagoniste dell’evento quale promotore della non violenza.
I proventi della serata, devoluti lo scorso anno a “Telefono donna” di Lecco, saranno destinati quest’anno al Fondo Carla Zanetti, istituito nel 2013 per iniziativa di Lucia Codurelli, che si occupa di aiutare le donne vittime di violenza a rientrare nel mondo del lavoro, a recuperare  un’autonomia economica e a riacquistare fiducia in se stesse.
Esplicito il messaggio, che vuole essere al tempo stesso una sorta di appello, diffuso sui social dalle protagoniste della serata: “Siamo al quarto anno di “Note in rosa”, abbiamo tutte molteplici impegni ma ci teniamo e ci crediamo, perciò andiamo avanti. Non è semplice ripartire ogni volta con un repertorio nuovo, mettendo la giusta miscela musicale, ma al contempo il nostro essere così diverse musicalmente e caratterialmente è un bel propulsore. Più ancora, lo è la causa per la quale saliremo anche quest’anno sul palco. Perché siamo donne, anche noi. Da sole, però, possiamo poco. Ecco perché la sera di sabato 23 novembre aspettiamo al “De André” tutti i mandellesi”.

Nessun commento:

Posta un commento