martedì 2 giugno 2020

Scrive “Insieme per Dervio”: “Più ricavi per il Comune, più disagi per i residenti”

Dal gruppo consiliare di minoranza “Insieme per Dervio” riceviamo e pubblichiamo:
Nella rivoluzione che ha trasformato in parcheggi a pagamento oltre il 90% dei posti auto del paese, la nuova Giunta di Dervio ha deliberato che via Don Penati ospiti sulla carreggiata altri 25 nuovi parcheggi blu nel tratto compreso tra l’incrocio con viale degli Alpini e il ponte. La strada è diventata quindi a senso unico, visto che la carreggiata è stata occupata per metà dai nuovi posti auto, come da ordinanza del sindaco da rendere nota sul sito comunale di… Figino Serenza (così recita il documento).
Con le aggiunte degli ultimi giorni i parcheggi a pagamento superano così la stratosferica cifra di 800 posti, a fronte di poche decine di posti liberi.
La scelta che ha portato all’istituzione del senso unico in via Don Penati risulta francamente incomprensibile per il centinaio di residenti e per tutti coloro che dispongono di accessi sulla strada, che potranno entrare nelle proprie abitazioni solo compiendo il chilometrico giro del lungolago (con il rischio poi di incrociare i camion in via Fermi) o, peggio, passando dalla Provinciale 72, con un aggravio di tempi, costi, traffico e inquinamento.
Il tutto solo per assecondare la volontà della Giunta di disporre di nuovi posti auto a pagamento che verranno usati pressoché soltanto nei weekend estivi (chi abita in zona sa bene che la piazza del mercato è quasi completamente libera per almeno 9 mesi all’anno), ma che costringeranno tutti quanti a compiere un lungo giro ogni giorno dell’anno, visto che i parcheggi blu sono diventati permanenti.
Si è visto già il primo giorno che questi nuovi posti auto sono stati utilizzati, in modo assolutamente legittimo, da persone che probabilmente accedono al residence lungo la via e hanno ora la comodità di parcheggiare più vicino a casa, mentre la piazza del mercato risultava semivuota. Anche questo fa capire che, tranne nei periodi di altissima stagione estiva, questi nuovi posti non risolveranno la carenza di parcheggi ma daranno solo una maggiore comodità a chi già parcheggiava un centinaio di metri più indietro.
Inoltre, quando le bancarelle interromperanno il transito davanti alla piazza del mercato (e succederà per ben 55 giorni all’anno), dovrà essere ripristinato in modo temporaneo il doppio senso sulla via, con tutti i rischi del caso.
A Dervio esistono poche vie a senso unico, la cui istituzione ha avuto origine per contribuire a migliorare la sicurezza di alcune strette strade. E’ invece la prima volta che un senso unico viene istituito solo per creare nuovi parcheggi a pagamento. Così il Comune potrà fare cassa, mentre i cittadini, che faranno lunghi giri per uscire e rientrare a casa ogni giorno, ne pagheranno i costi, valutabili in diverse decine di euro all’anno solo di benzina.
Gruppo consiliare “Insieme per Dervio”

Nessun commento:

Posta un commento