lunedì 9 marzo 2020

Abbadia Lariana e l'emergenza Coronavirus. Chiusi centro anziani, palestra e biblioteca

Sospeso il doposcuola al Museo setificio. Il centro di raccolta aperto con ingressi contingentati e con l’obbligo di mantenere la distanza di almeno un metro uno dall’altro
Roberto Azzoni, sindaco di Abbadia Lariana.
Chiusura della palestra comunale e del centro anziani fino a data da destinarsi, sospensione dell’attività di doposcuola presso il Museo setificio “Monti”, chiusura della biblioteca e della struttura ex scuola elementare di Crebbio, oltre che della sala prove, rinvio a data da destinarsi di tutte le manifestazioni programmate entro la data del 3 aprile (corsa del viandante, Michy motor day, Festival della letteratura).
E ancora: centro di raccolta aperto con ingressi contingentati e con l’obbligo di mantenere una distanza di almeno un metro, ma con la raccomandazione di recarsi al centro stesso soltanto se strettamente necessario.
L’accesso agli uffici comunali potrà avvenire esclusivamente previo appuntamento telefonico (0341-73.12.41 il numero da comporre) o dopo richiesta a mezzo posta elettronica e unicamente per esigenze improcrastinabili, mentre l’ingresso nei parchi comunali è possibile soltanto mantenendo la distanza di almeno un metro uno dall’altro.
Sono questi i principali provvedimenti adottati dall’amministrazione comunale di Abbadia Lariana alla luce dell’emergenza COVID-19 e a seguito del nuovo decreto del presidente del Consiglio emanato per garantire la massima efficacia delle misure volte a contenere e limitare la diffusione del virus.
A ricordarli è il sindaco, Roberto Azzoni, il quale sollecita altresì i cittadini a utilizzare il più possibile i servizi comunali online già attivati dal Comune di Abbadia e ricorda che la validità dei tesserini per il transito sulla pista agro-silvo-pastorale è prorogata al 31 maggio di quest’anno.
Infine la validità del contrassegno adesivo rilasciato ai residenti dall’amministrazione comunale per usufruire della sosta gratuita in tutte le aree a pagamento è prorogata al 30 settembre.

Nessun commento:

Posta un commento